Le Vele del Lago di San Ruffino

San Ruffino, April 24-25, 2016. Final results

1) ITA 29510 ROSSI –FILIPPINI pt.7

2)ITA 29568 RODATI –BONINI pt.8

3)ITA 30922 PERDISA –RINALDI pt.8

4)ITA 28863 PEPE – PROSPERI

5) ITA 30209 FUZZI –MUCCIOLI.

…Report in Italian by Alberto Perdisa …

San Ruffino, April 24-25, 2016. Final results

1) ITA 29510 ROSSI –FILIPPINI pt.7

2)ITA 29568 RODATI –BONINI pt.8

3)ITA 30922 PERDISA –RINALDI pt.8

4)ITA 28863 PEPE – PROSPERI

5) ITA 30209 FUZZI –MUCCIOLI.

…Report in Italian by Alberto Perdisa …

 

Salire su questi monti per rilassarsi oppure fare trekking, andare in mountain bike o anche solo raccogliere erbette e fiori attraverso itinerari naturalistici è senz’altro una brillante idea: stupendo il paesaggio e i borghi medioevali arroccati sulle pendici di alte e verdi colline, maestosi i Monti Sibillini con il loro fascino e mistero, inoltre è particolarmente economico mangiare e dormire. Salirci invece per fare una regata pare un’idea bizzarra che ha suscitato scetticismo e continua a non convincere del tutto. Mai valutazione fu più errata !
I fortunati che, sin dalla prima edizione del 2011, hanno caricato la barca sul carrello vincendo le perplessità e scommettendo su una formula che pareva simpatica e interessante ma poco di più hanno scoperto la magia di posti incontaminati in cui la natura domina incontrastata, la bontà di prodotti agro alimentari artigianali e di assoluta qualità, formaggi, salumi, pasta, olive e olio, vino e birra, dolci. In più pare incredibile, hanno potuto praticare il proprio sport preferito divertendosi con regate tiratissime e mai scontate.
Hanno conosciuto, soprattutto, persone d’altri tempi, generose e capaci di un’ospitalità impareggiabile: tassa di iscrizione gratuita e abbondanti premi per tutti i concorrenti ma, ancora di più, simpatia e sincera felicità nell’accoglierci con calore.
Così è stato anche in questa edizione, certamente penalizzata dal maltempo, che ha scoraggiato alcuni che hanno dato forfait all’ultimo momento mentre gli equipaggi presenti sono stati premiati con la disputa di 5 prove divertenti, combattute e imprevedibili, illuminate addirittura da un bel sole nell’ultima regata e alla premiazione.
Francesco Rossi e “Frenk” Filippini, autori di un primo di giornata e molto regolari, si sono confermati i dominatori di questa manifestazione. I due bolognesi hanno infatti vinto tutte le edizioni delle “Vele” ma questa volta hanno faticato più del solito dovendo fare i conti con Alessandro e Barbara Rodati, graditissimo il loro rientro in Beccaccino, e Alberto Perdisa –Marco Rinaldi. Questi due equipaggi, nonostante due regate vinte a testa sono giunti a un solo punto dalla vittoria finale sfuggita così per un soffio. Buoni spunti anche da Gianmarco Pepe –Marco Prosperi e Paolo Fuzzi –Stefano Muccioli. Tutti a fare i conti con il capriccioso lago di San Ruffino, splendido ma imprevedibile.
Il comune di Amandola, rappresentato da Rodati -Rodati, Pepe -Prosperi e Cellini –Loretano nei Flyng Dutchman, classe anch’essa presente, ha finalmente e per la prima volta vinto il trofeo challenge così ambito dai sindaci del comprensorio.
Tutti i concorrenti hanno ricevuto grandi ceste con i prodotti alimentari del territorio grazie ai numerosi e generosi sponsor “tecnici”.
A terra si è consumata, come sempre, la solita festa con spuntini durante tutte le due giornate di regata e una cena di gala di straordinaria qualità e quantità. Molto interessanti i numerosi eventi collaterali per le famiglie dei regatanti.
Eccezionale dunque l’organizzazione grazie agli impareggiabili Stefano Castori e Anna Mariani e ottima gestione delle regate in acqua da parte del competente Cdr presieduto da Mariani.
Viva San Ruffino e alla prossima !

Classifica Snipe: 1) ITA 29510 ROSSI –FILIPPINI pt.7 2)ITA 29568 RODATI –BONINI pt.8 3)ITA 30922 PERDISA –RINALDI pt.8 4)ITA 28863 PEPE – PROSPERI 5) ITA 30209 FUZZI –MUCCIOLI.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *