Campionato Zonale IX

Pescara, Italy, September 29, 2019. Final results of the Campionato Zona Abruzzo after 3 regattas:

  1. D’Ambrosio & De Felice
  2. D’Orazio & Orlandi-Galli
  3. Borghese & Borghese

 

 
Pos. N. velico Timoniere Prodiere Circolo L.N.I.ORTONA 01/06/19 SVAGAMENTE

28/09/19

SVAGAMENTE

29/09/19 

Finale ranking zonale
1 29053 D’AMBROSIO M DE FELICE C La Scuffia 1 1 1 150
2 30303 D’ORAZIO G ORLANDI-GALLI La Scuffia 2 2 3 146
3 30066 BORGHESE G BORGHESE A La Scuffia 3 4 3 143
4 28946 PISELLI G MARVELLI-PREZIOSO L.N.I.. Pescara 4 3 4 142
                 

Pescara 28 e 29 settembre – Regate 2 e 3 del campionato zonale

Ultimo week-end di settembre, autunno iniziato ma tempo decisamente estivo a Pescara, presso il circolo Svagamente, dove si sono disputate le ultime due regate del campionato zonale Snipe IX zona.

Entrambe le giornate sono state caratterizzate da vento leggero, sui 6-8 nodi, ma che è rimasto tale solo per delle finestre temporali limitate, prima di calare del tutto.

Ciò ha inciso maggiormente sulla giornata di sabato, giorno di scuola per i giovanissimi dei Feva e dei Dragoon, per cui il segnale di avviso era previsto per le 14:30. L’ottimo comitato di regata è riuscito a dare puntuale le partenze a tutte le classi, poco più di un’ora per disputare una prova, poi il vento è sceso del tutto e non ha consentito di effettuarne una seconda.

Nella classe Snipe acceso duello fra D’Ambrosio-Galli e D’Orazio-Orlandi, questi ultimi si avvantaggiano subito con un’ottima partenza e riescono a girare la boa di bolina con almeno 4 lunghezze sugli inseguitori. Il lato di poppa è una graduale erosione della distanza fra i due, ma la boa di poppa vede ancora in testa D’Orazio. Seconda bolina ancora con un duello di virate e proprio in boa, all’ultimo bordo D’Orazio non riesce a fare lee-bow a D’Ambrosio che scivola via in testa. La poppa successiva vede un altro duello di strambate in cui D’Ambrosio-Galli consolidano il vantaggio e chiudono primi. Terzi Piselli-Prezioso e quarti, un po’ distaccati Borghese-Borghese, che poi a terra si accorgevano di avere portato un rake troppo basso per le condizioni.

Nella giornata di domenica il vento offre una replica quasi esatta del giorno prima, però non è giorno di scuola e si può cercare di iniziare a giocare prima. Il comitato fissa l’orario per il segnale di avviso alle 11:30 ma oggi è domenica anche per il vento, che quindi decide di alzarsi un po’ più tardi di quanto aveva fatto sabato. Infatti vista la calma piatta fino alle 12:30 circa, sul battello comitato già si cominciava a parlare di rimandarci in spiaggia ad attendere, quando ecco che finalmente si stende un Grecale sui 7 nodi. Sequenza di partenze (catamarani prima, Snipe e Feva come seconde e poi i Dragoon) e D’Ambrosio-Galli partono subito in testa, terminando la regata in controllo su Piselli-Prezioso, che a tratti si erano avvicinati e resi pericolosi. Terzi D’Orazio-Orlandi, quarti Borghese-Borghese.

La seconda regata rivede un duello per la testa fra D’Ambrosio-Galli e D’Orazio-Orlandi, risolto al termine della prima poppa con il passaggio in boa che vedeva D’Ambrosio interno. Sui lati successivi D’Ambrosio-Galli allungano il vantaggio. In coda Borghese riesce ad avere la meglio su Piselli, chiudendo terzo.

Nella terza regata il vento comincia a calare poco dopo la partenza. La bolina è quasi asfittica e i cambi al vertice sono abbastanza frequenti. Borghese ingrana la marcia giusta, mentre gli altri annaspano lui procede senza fermarsi e gira primo la boa, seguito a 3 lunghezze da D’Ambrosio-Galli. Il lato di poppa è ancora più sofferto, il comitato alza la sierra alla boa di poppa. L’arrivo potrebbe essere di quelli da definirsi al foto-finish, ma la velocità è talmente poca che non serve fare una foto o rivedere la moviola: Borghese-Borghese taglia primo, avanti di un palmo o poco più su D’Ambrosio-Galli. Con questo colpo di reni finale Pino e Alessia conquistano la seconda posizione della regata lasciando alle spalle D’Orazio-Orlandi, proprio grazie a quest’ultima prova vinta e Piselli-Prezioso, che a tratti erano sembrati avvantaggiarsi di un salto destro ma che poi sono rimasti anche loro impantanati nel calo generale di vento.

Ottima la condotta del comitato che è riuscito a far disputare tutte le prove che si potevano ragionevolmente desiderare di fare. Eccellente il circolo Svagamente, capitanato dal valentissimo Mauro Di Feliciantonio che con il supporto di tanti validissimi volontari e volontarie, e ovviamente con la solita maestria logistica riesce a permettere tutto ciò, consentendo anche un’ottima cena sulla spiaggia il sabato, a base di pasta fredda e degli immancabili squisiti arrosticini nostrani, ed un rinfresco anche la domenica, con pasta fredda e cocomero. Bravissimi e alla prossima!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *